Il Partito Democratico cade in Provincia sulla Mukki Latte

Firenze dal blog Gonews

La sinistra radicale mette in crisi la maggioranza: quattro comunicati politici
09/06/2008 – 17:02

Nel consiglio provinciale il Partito Democratico resta in minoranza e non viene approvato un documento sulla Centrale del Latte Mukki di Firenze. È accaduto questa mattina, dopo che tutta la sinistra radicale si è schierata contro il testo del Pd.
Di seguito quattro comunicati stampa: uno di Sinistra Democratica e Comunisti Italiani (che fanno parte della maggioranza ma hanno votato contro), uno di Rifondazione e Comunisti Italiani, un testo di Forza Italia, Udc e Alleanza Nazionale e infine la dichiarazione del capogruppo del Partito Democratico, Riccardo Gori.

“Questa mattina in un Consiglio Provinciale straordinario richiesto dalle opposizioni si è discusso della questione della Centrale del Latte.

Secondo i due partiti della sinistra facenti parte della maggioranza (Sinistra Democratica e P.D.C.I) nella discussione si è verificata una diversità sostanziale di vedute sulla prospettiva strategica di questa Azienda; infatti Comunisti Italiani e Sinistra Democratica avevano all’inizio sottoscritto assieme dal P.D. una mozione in cui tornava ad impegnare la Giunta al rispetto di quanto deliberato in data 12 aprile 2007.

Mozione che indicava alla Giunta passaggi politici chiari da intraprendere quali:

‘Valorizzare la zootecnia provinciale dando attuazione al Piano di sviluppo rurale regionale che individua tra le azioni fondamentali la realizzazione di un polo agro-alimentare del latte toscano;

rendersi disponibile per una partecipazione diretta della Provincia nella compagine societaria e/o con altre forme di intervento economico/finanziario (per esempio a convertire in capitale il prestito obbligazionario della Provincia) assicurando la maggioranza pubblica della Azienda;

contribuire a preparare progressivamente le condizioni tramite l’azione della Regione Toscana per la costituzione di un polo lattiero-caseario regionale in cui acquisti consistenza la presenza di produttori ed altri partners privati; mantenendo per la Centrale del latte una stretta integrazione di filiera che è la vera garanzia del mantenimento e sviluppo del sistema socio economico del Mugello…’.

tra l’altro votata oltre che dalla maggioranza da R.C., dai Verdi, da F.I. e U.D.C col solo voto contrario di A.N.

Negli interventi dei consiglieri Campi (Sinistra Democratica) e Marconcini (P.D.C.I) si ribadiva la richiesta del ruolo politico autonomo della Provincia di Firenze ed un suo impegno diretto a garanzia di un mantenimento di controllo pubblico.

L’Assessore Roselli nel suo intervento ha chiaramente manifestato che il disimpegno del Comune di Firenze si porterà dietro automaticamente anche il disimpegno della Provincia.

Prendendo atto di tali dichiarazioni che contraddicevano quanto deliberato nel 2007 la sinistra della maggioranza ha deciso di ritirare le proprie firme dal documento e conseguentemente di esprimere un voto di contrarietà alla mozione di indirizzo, la quale non è stata approvata in quanto il P.D, da solo, non ha ottenuto la maggioranza.

Per cui sono validi formalmente e sostanzialmente gli indirizzi, del dispositivo, sopra citati del 2007 e ne chiedono la loro realizzazione.

Non comprendono questo approccio proprio nel momento in cui il Comune di Firenze sta discutendo il proprio disimpegno sulla Centrale; ritengono invece necessaria una piena disponibilità della Provincia di Firenze in un settore così strategico da un punto di vista economico ed altro, per il nostro territorio”.

Gloria Campi (Sinistra Democratica)
Massimo Marconcini (Comunisti Italiani)

“Nella seduta straordinaria del Consiglio Provinciale del 9 giugno 2008, convocata per discutere la situazione della Centrale del Latte, il Presidente della Giunta diserta, l’Assessore non prende impegni, la maggioranza sbanda, perde alla sua sinistra e il documento presentato dal Pd non viene approvato.

A fronte della dichiarata volontà del Comune di Firenze di considerare non strategica e non in linea con le finalità istituzionali la partecipazione alla Centrale del Latte, la Giunta Provinciale utilizza le reticenze del sindaco Domenici per disimpegnarsi e disattendere così quanto contenuto nella mozione di indirizzi del Consiglio Provinciale dell’aprile 2007: garantire una maggioranza pubblica dell’azienda per qualificare l’attività produttiva, la sua qualità, il rapporto con il territorio e con la zootecnia, i livelli occupazionali.

Di fronte a tale ambiguità i gruppi della sinistra (PRC, PdCI, Verdi, SD) hanno chiesto precisi impegni da parte della Provincia e presentato emendamenti alla risoluzione del PD, che non sono stati accolti, determinando così la non approvazione del suddetto documento.

Il Consiglio respinge il tentativo di disimpegnarsi e liquidare questa esperienza, dopo che sono state investite ingenti risorse pubbliche per il rilancio e l’ammodernamento dell’azienda.

Vista la cattiva figura rimediata in Consiglio Provinciale, il Presidente Renzi e la Giunta hanno ora il dovere di riaprire il confronto con il Comune di Firenze e gli altri soggetti istituzionali per attuare gli indirizzi approvati nell’aprile 2007 e impedire qualsiasi ipotesi di dismissione e privatizzazione della Centrale del Latte.

Come nel caso della Azienda Agraria Mondeggi-Lappeggi, prosegue l’impegno di Rifondazione Comunista, dei Verdi e della sinistra per sostenere il ruolo pubblico in settori strategici per l’economia, l’occupazione e per la salvaguardia del territorio provinciale”.

I Gruppi di Rifondazione Comunista e Verdi


(Sandro Targetti, Lorenzo Verdi,
Andrea Calò, Luca Ragazzo)

“Bocciata la mozione del Pd su Mukkilatte nel Consiglio straordinario chiesto dalle opposizioni di centrodestra. Un voto che dimostra l’inadeguatezza politica e l’assoluta carenza di strategie amministrative sul tema della centrale del latte. Il gruppo del PD in linea con quanto riferito dall’assessore Pietro Roselli, subordinava ogni iniziativa della Provincia alle scelte del Comune di Firenze nonostante il Consiglio avesse approvato nell’aprile 2007 un documento di indirizzo autonomo della provincia stessa e delle sue decisioni in merito alla centrale del latte. L’amministrazione provinciale ha dimostrato quindi di interessarsi della centrale del latte solo ai fini delle nomine nel CdA della stessa, trascurando quindi ogni riflesso sull’economia locale e sulla gestione dell’azienda nei rapporti con i lavoratori. Un altro fallimento della Giunta del presidente Renzi che si avvia alla conclusione del sua mandato elettorale con una maggioranza scomposta e foriera di future sconfitte. Il centrodestra si richiama sulla centrale del latte alla mozione dell’aprile 2007 totalmente disattesa dalla giunta Renzi”.

Forza Italia
Alleanza Nazionale
UDC

“La Sinistra Arcobaleno vota con la destra sulla Centrale del Latte contro un Ordine del Giorno del Partito Democratico, con il ritiro della firma dei Comunisti Italiani e Sinistra Democratica che, pure avevano emendato il documento del PD.

La mozione esprimeva l’esigenza di attendere il pronunciamento dell’amministrazione comunale fiorentina in merito alla valenza strategica della Mukki Latte, detenuta per circa il 70% dal Comune di Firenze. Ciò per consentire una presa di posizione consapevole e basata su un chiaro scenario economico–finanziario da parte della Provincia su una azienda il cui valore è stimato in alcuni milioni di euro.

Tuto ciò ribadendo la validità degli indirizzi già assunti dal Consiglio che esprimevano l’interesse della Provincia a partecipare, a certe condizioni, agli assetti societari dell’azienda, assorbendo altri attori istituzionali. Questa posizione di buon senso istituzionale e amministrativo ha fatto scattare l’ideologismo dei gruppi della Sinistra Arcobaleno che hanno votato assieme alla destra, a cui non è parso il vero di strumentalizzare questa situazione.

Occasione persa per ragionare con lungimiranza e concretezza di una questione importante”.

Riccardo Gori

Capogruppo Partito Democratico

Fonte: Provincia di Firenze

Annunci

One Response to Il Partito Democratico cade in Provincia sulla Mukki Latte

  1. Spisphype ha detto:

    Thanks for the post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: